Giacomo Rizzolatti e Corrado Sinigaglia hanno scritto un libro dal titolo “So quel che fai. Il cervello che agisce e i neuroni specchio”. Una schifezza pazzesca, un acquazzone estivo dicono i meteorologi.

140_0_2806783_11503

A far discutere il mondo non è stato di sicuro la scoperta dei neuroni specchio, quanto piuttosto la dedica in primissima pagina di Giacomo Rizzolatti a Miley Cirus con tanto di foto.

Con affetto a Miley Cirus

miley-cyrus-con-specchio

Malgrado il libro sia stato considerato del tutto irrilevante  nel panorama scientifico internazionale, la dedica a Miley Cirus ha acceso i riflettori su questo testo.

Forse un tentativo per avere un formato Kindle del libro?

Miravano ad una pagina Facebook Fanpage Rizzolatti?

Che cosa ha mosso Rizzolati e la sua equipe a fare  una dedica alla cantante più famosa  al mondo (così famosa da non richiedere nemmeno di nominarla perché avete già capito)?

Se per un attimo qualche scienziato sembra aver blaterato cose del tipo  “I neuroni specchio saranno per la psicologia quello che il DNA è stato per la biologia“, le bufale e  le idee più improbabili sono state spente  sul nascere  e l’attenzione si è concentrata sulla dedica  a Miley Cirus: Con affetto a Miley Cirus.

Una storia d’amore tra i due? Una cotta?Rizzolatti, docente di scienze e casi umani per anni  l’aveva forse incontrata tra i corridoi del liceo? Perché nei testi di Miley non c’è nessun riferimento, almeno esplicito a Rizzolatti? E’ possibile ipotizzare che la cantante parli italiano per esempio?

Le domande e le perplessità potrebbero scorrere come acqua di fosso tanto che THE VENETIAN ha deciso di andare direttamente alla fonte, facendo alcune domande allo scienziato. Rizzolatti malgrado la sua  timidezza ha deciso di rilasciare qualche spruzzo d’acqua rinfrescante tra il frastuono infuocato del gossip.

THE VENETIAN: Miserabile scienziato, cosa c’è dietro quella dedica pop? C’è una scelta di marketing per caso? Aveva voglia di rendere le sue ricerche più appetibili per i giovani? Ci dica la verità.

RIZZOLATTI: Il titolo del libro SO QUEL CHE FAI è una mia risposta a Miley Cirus dopo la sua twerking performance. Non capisco perché io non possa dare la mia opinione su di lei. L’hanno fatto tutti: i giornali, la televisione, gli intellettuali, le femministe, le cantanti, le dive di Hollywood, madri, asciugamani, statuine del presepe, palloncini ad  elio. Perché tutta questa aggressività nei miei confronti? Io non capisco. Io l’ho capita Miley Cirus e ci tenevo a rendere pubblica  questa cosa!! Tutto qua.

THE VENETIAN: Quindi non solo la dedica, ma anche il titolo in realtà è un rimando a lei.

RIZZOLATTI: Sì certo e non me ne vergogno se è quello che volete sapere.

THE VENETIAN: Mi faccia vedere qua questo libro. “Il cervello che agisce e i neuroni specchio”, ma perché  scrive queste cose?

RIZZOLATTI: Stavo mettendo in ordine le mutande in camera e ho pensato che a livello corticale il sistema motorio non ha a che fare con singoli movimenti, ma con azioni. E’ in questi atti, in quanto atti e non meri movimenti che prende corpo la nostra esperienza dell’ambiente che ci circonda e che le cose assumono per noi immediatamente  significato. Lo stesso rigido confine tra processi percettivi, cognitivi e motori finisce per rivelarsi in gran parte artificioso: non solo la percezione appare immersa nella dinamica dell’azione, ma  il cervello che agisce è anche e innanzitutto un cervello che comprende. Si tratta di una comprensione pragmatica, preconcettuale e prelinguistica, e tuttavia non meno importante, poiché su di essa poggiamo molte delle nostre tanto celebrate capacità cognitive.

THE VENETIAN:  Madonna che palla di uomo. Ma lei ha mai ricevuto 3 I like  in vita sua?

RIZZOLATTI: Dovrei controllare

THE VENETIAN: Se riesce a non essere così logorroico ci può dire qualcosa sul suo rapporto con  Miley?

RIZZOLATTI: Nel nostro cervello abbiamo scoperto  un sistema di neuroni (neuroni specchio) che determinano l’insorgenza di uno spazio d’azione condiviso: se vediamo qualcuno afferrare con la mano del cibo o una tazzina da caffè (italiano di grazia!) comprendiamo immediatamente quello che sta facendo. Che egli lo voglia o meno, nell’istante in cui percepiamo i primi movimenti della sua mano, essi ci “comunicano” qualcosa, ovvero il loro significato d’atto: questo è quello che “conta”, quello che, grazie all’attivazione delle nostre aree motorie, condividiamo con colui che agisce. Certo, il termine  “comunicazione” cerchiamo di applicarlo solo in senso lato (il lato b è il mio preferito se posso dire  la mia), ed è innegabile che vi sia un divario enorme tra il riconoscimento di un atto, come l’afferrare con la mano, e la comprensione di un gesto (poco importa se manuale, facciale, verbale, LINGUALE o twerchiano) compiuto con un intento ESPLICITAMENTE comunicativo. Ma enorme non significa incolmabile.

THE VENETIAN: Ma tutta questa pappardella come si collega con la nostra Miley scusami? La smette di dirci boiate? Vuoi dire una volta per tutte  al mondo intero cosa c’è tra voi due?

RIZZOLATTI: Ok! Basta non ce la faccio più con tutti questi attacchi! La verità è proprio l’opposto: il titolo non dice la verità, ecco ora lo sapete. E  ora andatevene via tutti: lasciatemi solo.

THE VENETIAN: Cioè? Ora finisci!

RIZZOLATTI: Credo che nel cervello di Miley ci sia un sistema di neuroni allo specchio che si guardano proprio allo specchio e che si limonino tra di loro (neuroni xx, neuroni xy e tutti insieme appassionatamente) perché quando la vedi nei suoi video, o almeno io,  la guardo e i neuroni mi scaricano un impulso di MA CHE CAZZO STA FACENDO? Cioè non si capisce cosa faccia, capito? Miley è un caso che noi come equipe non possiamo sottovalutare.

THE VENETIAN: Ma quindi non vi siete mai parlati?

RIZZOLATTI: No. infatti ci sto pensando perché questa  ragazzina mi sta distruggendo vent’anni di ricerche. I neuroni specchio esistono! Dovete provare a capirmi! Mi state capendo?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...