Mi piacerebbe scrivere tante righe belle lunghe come fanno gli scrittori, quelle frasi fluide fatte di respiri pacati e di virgole ingobbite di tranquillità. Un museo delle parole in vetrina  da osservare e conoscere facendo un passo alla volta in avanti e qualche pausa d’anca qua e  là. Mi piacerebbe sentire come si sentono mentre si esprimono così: che pace devono avere i loro occhi nel costruire i loro pensieri!

Poi però mi guardo attorno e devo respirare subito. Il pensiero va e viene tra i passanti: occhi, mento o spalle. Va preso quel che si vede.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...