Ciao a tutte e tutti!

 

Considerate le minacce, i sms e le perplessità facciali di amiche, veneziani e persone sulla terraferma che mi hanno detto:

“Perché non si può più accedere al blog?”

“Perché’ io non ho la tua password per accedere al blog, stronza”

“La smetti di cancellare quello che scrivi, merda?”

“Perché non continui e finisci la storia iniziale RIFARE VENEZIA E LA TERRAFERMA?”

e altri dolci richiami…

THE VENETIAN ha deciso di spiegare pubblicamente cosa sta succedendo in privacy.  Che cosa sta succedendo lontano dai vostri occhi?

Assolutamente nulla! Sì.

E perché questo blog non va avanti?

THE VENETIAN ha una storia un po’ bizzarra perché è morta sul nascere,

poi è stata risuscitata per amore per qualche settimana,

poi ha continuato per inerzia di ricordi e buone speranze fin che ha potuto

e infine nell’ultimo periodo si è mossa strisciando tra le calli affollate di turisti.

Dopo i pestoni ai piedi ricevuti,

dopo aver mangiato  cicchetti  andati a male per settimane,

e dopo  le cacche di piccioni in testa, THE VENETIAN ha deciso di rinchiudersi in casa a dormire e mangiare. 

Ah, ho anche provato a sistemare un po’ il blog, ma più sistemavo e più avrei voluto cancellare tutto, quindi diciamo che ho tolto un po’ di cose perché ho voluto portarmele con me a casa, se non vi dispiace. 

 Appena avrà acquistato un po’ di felicità e sano umorismo THE VENETIAN continuerà con le sue news veneziane. Quando? Non lo so, adesso.

Ho deciso che sistemerò la storia RIFARE VENEZIA E LA TERRAFERMA, questa volta  nel rispetto dei personaggi veri. Sarà tutto diverso e fittizio, così nessuno potrà più insultarmi e neanche riconoscersi…a parte FEDERICA E GUTI:) Va bene così? Oh. Voglio provare a  scrivere solo dialoghi, ed evitare il più possibile di dare indicazioni sui luoghi e i contesti perché voglio che Venezia sia la città costruita da  THE VENETIAN e le sue amiche con i loro discorsi, i loro appuntamenti  e litigi. Il loro è un mondo ostacolato dalla costante presenza dell’acqua e dalle leggi ferree della terraferma. L’amico di THE VENETIAN che vive sulla terraferma continuerà ad essere una figura tra l’immaginario e il sovversivo che sfiderà tra timori e strane peripezie l’eteronormatività. Ci sarà il carnevale veneziano sulla terraferma, una giraffa, ma poi anche un’invasione di turisti a Venezia, dell’ acqua alta e la morte di qualcuno. Poi non lo so ancora.

E poi se mai mi approvassero la cosa a fine Maggio, vi metterò di sicuro il mio lavoro finale sulla “Scrittura umoristica contro la discriminazione“.  Ho pensato che in Italia per poter parlare seriamente di linguaggio “politicamente corretto” per sensibilizzare ai temi della discriminazione e ad un uso del linguaggio più inclusivo si potrebbe partire proprio dall’umorismo.  E’ solo una cosa sperimentale e  spero qualcun altro la sviluppi meglio. E’ in altre parole un’idea sulle funzioni  dell’umorismo nella comunicazione e su quelle dell’umorista come  interprete dei valori culturali di un paese.

Non garantisco nulla però. Speriamo vada tutto secondo i piani-non piani. Incrociamo le dita…

Voi intanto fate altro: fatevi una vita tipo, anche la mia se vi avanza del tempo!!

Dai allora lascio tutto aperto qua, avete le chiavi?

Credo di sì.

Buone cose.

Baci.

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...