Cara dolce Cara,

non è facile lasciare  alle spalle quello che era poco prima il nostro appoggio, il fianco sicuro, il bastone accanto ad una vecchia sedia.

Ora prendi il volo, ascolta il rumore delle ali in movimento senza timore. Non curarti dello sforzo fisico e  vai puntando verso l’alto.

Parla di te, fai del tuo corpo il bersaglio del sole, giovane aquila.

Non lasciare che il dolore faccia tremare le tue insicurezze. lascia che tremino e vai avanti.

Vola e io ti guarderò ridendo dell’orizzonte e delle sue leggi prevedibili tanto amate e attese dagli amanti al tramonto. Vola in alto e piangi. Piangi senza compiacerti.

Ignora le grida maldrestre dei galli che invidiosi del tuo volo ti richiamano a loro. La loro notorietà tra i volatili è altra cosa dalla tua solitaria dolcezza. Vola e  dimentica i loro richiami perché la tua natura è nel cielo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...